L'olio DOP "Colline di Romagna" è sostenibile: incide pochissimo sull'effetto serra perché produce poca CO2.

I risultati dell'analisi LCA: un ciclo di vita a misura di natura

L'analisi LCA ha rilevato che per la produzione di 100 litri di olio DOP si emettono circa 455,63 Kg di CO2 Equivalente, contro per esempio i circa 165 Kg emessi da un’auto Euro 4 di media cilindrata ogni Km. Dai risultati si è creato un marchio denominato “Romagnolio” che indica la sostenibilità della produzione dell’olio DOP.

Oltre all’Effetto Serra altre sono le categorie d’impatto che sono state studiate. Per la categoria di Eutrofizzazione si ha che per ogni 100 litri di olio DOP si producono 111.106 Kg di Fosforo Equivalente; per l’Acidificazioni si producono 3,75 Kg di Anidride Solforosa Equivalente. Di scarso rilievo si sono dimostrati i risultati inerenti l’Impoverimento di Risorse Abiotiche e dello Smog Fotochimico. Da un’attenta considerazione, risulta che per le principali categorie d’impatto (Effetto Serra, Eutrofizzazione e Smog Fotochimico) gli elementi che più incidono sono differenti a seconda che si guardi la coltivazione o il frantoio. Nella coltivazione si ha che il gasolio e il fertilizzante sono gli elementi più impattanti sulle categorie considerate, mentre per il frantoio sono il consumo di energia elettrica e la produzione del vetro (usato per l’imbottigliamento) che impattano maggiormente.